La professione che diventa passione.


Il patrimonio di esperienza, la passione che segue la storia della gemma fino al grappolo maturo, la raccolta a mano, la pressatura soffice, la cura e il controllo costanti nella fermentazione, nei travasi e nell’imbottigliamento fanno dei nostri vini bevande sane che incontrano, sempre, i gusti dei nostri clienti.

 

 

Contattaci subito

Ecco i nostri canali social

L'azienda agricola Cascina Comina si occupa di produzione vitivinicola di vini doc Piemontesi dal 1934. Un'azienda a conduzione familiare che parte dalla gemma e arriva fino sulle tavole di molti italiani portando un vino sano e genuino. I nostri sistemi di coltivazione, compatibili con l’ambiente secondo i criteri dell’ agricoltura agro-ambientale, non esasperano mai la quantità a discapito della qualità e le uve prodotte sono così naturalmente genuine. Noi siamo innamorati delle nostre vigne e le chiamiamo per nome come facciamo con i figli, con gli amici: vigna Crocetta, vigna Pian Forno, vigna Sorì e così tutte le altre, tutte vicine, come sorelle, simili eppure diverse.

I nostri procedimenti per la realizzazione di un buon vino, partono con dei corretti sistemi di coltivazione, e procedono con una buona lavorazione delle uve, coniugando tradizione con le moderne tecnologie. Le prime ad arrivare in cantina sono le uve di moscato, che entrano nel torchio e subiscono una soffice pressatura tramite un polmone che si gonfia di aria e spreme il succo lasciando indietro la buccia e i semi. Il succo pressato, detto mosto, viene lasciato a riposare una notte per far depositare il naturale sedimento, poi viene stoccato in vasche frigo a 3°C. Questa temperatura così bassa blocca la fermentazione e il mosto mantiene la sua naturale dolcezza. Le altre uve bianche vengono anch'esse pressate e lasciate riposare una notte per sedimentare, ma in questo caso il mosto passa in vasche a temperatura controllata fino a fermentazione terminata. Il vino ottenuto viene poi travasato 2 o 3 volte per eliminare il sedimento, ottenendo il vino pulito. Infine passa in autoclave per la presa di spuma…ed ecco le bollicine!

Le uve rosse subiscono una diversa lavorazione poichè le bucce devono fermentare con il mosto per cedere il colore ed altre sostanze preziose: per facilitare questo processo viene poi posto in vasche di fermentazione a temperatura controllata dove, almeno 3 volte al giorno, le bucce vengono pompate sul mosto. Questo processo si chiama battonage. A fermentazione ultimata avviene la svinatura, cioè la separazione del vino dalle bucce. Come per i bianchi anche i vini rossi subiscono il travaso per eliminare il sedimento.

L'imbottigliamento avviene utilizzando bottiglie e tappi nuovi e sterili, utilizzando un'imbottigliatrice isobarica, all'interno della quale circola solo azoto per garantire la totale assenza di batteri. Il prodotto ottenuto viene etichettato e condizionato in damigiane, bag in box o bottiglie, pronto per la vendita.

Venite a trovarci, assaggerete i notri vini e constaterete che tutto questo è vero.

Giuseppe, Cristina, Davide, Laura e Valentina